Alcune cose sembrano non cambiare mai nel nostro settore e dunque, come ogni anno parliamo della ripartenza di settembre. Questo mese rappresenta appieno quel periodo in cui le persone arrivano da noi con tanta voglia di fare e buoni propositi. Sotto l’ombrellone si sono ripromesse di dire addio alla sedentarietà e prendere in mano la propria vita.

Anche tu fai parte di questo “gruppo”? Bene, ti invitiamo a seguire il nostro discorso.

Perché esiste l’idea di una ripartenza e come mai è così comune?

ripartenza start

Pensare di iniziare ad allenarsi riflette degli aspetti intrinseci che evidenziano una serie di desideri, necessità che il soggetto riconosce nel suo vissuto. In un momento dell’anno in cui di solito avviene -appunto- una ripartenza, dopo un periodo di relax e rottura della solita routine, è naturale che nascano pensieri del genere.

Magari lo dice chi una volta era uno sportivo e per una serie di motivi adesso non lo è più. Chi non ha mai fatto nulla e riscontra una serie di limitazioni che lo rendono depresso, o incapace di trascorrere una giornata all’aperto senza affannarsi. Lo dicono i ragazzi, che per ragioni estetiche vogliono migliorare la propria forma fisica e fortunatamente, nell’ultimo periodo, lo dice anche chi soffre di dolori cronici e non riscontra miglioramenti con il solo utilizzo di farmaci.

Quindi se tutti a Settembre dicono di voler fare sport o palestra, tutti lo faranno, giusto?

Purtroppo non è così, gli italiani sono un popolo tremendamente pigro.
In passato abbiamo parlato degli indici di inattività e obesità che colpiscono il nostro paese e che incidono negativamente, anche sulle nuove generazioni.

Chi ci segue sa che quando parliamo di allenamento non intendiamo il classico “alzare pesi o sudare sul tappeto”. Concepiamo uno stile di vita attivo come l’insieme di una moltitudine di aspetti: dall’attenzione al respiro e al sonno, passando per l’importanza e il rispetto dei ritmi circadiani e completando con il tempo speso ad allenarsi ad un’ intensità adeguata e non improvvisata.

Quali sono i benefici dell’allenamento in generale?

In aggiunta a tutto quello che già è stato detto e trattato riguardo questa domanda, ultimamente sul web è stato pubblicato un articolo che parlava di come lo stato britannico stia cercando di invogliare la popolazione a fare sport. Una frase nell’articolo diceva: “Se l’esercizio fisico fosse una pillola, non ci sarebbe medico che non la prescriverebbe”.

È stato ampiamente dimostrato l’apporto benefico dell’esercizio per tutto l’organismo ma comunque, se siete ancora scettici, vi diciamo che: l’esercizio fisico diminuisce il rischio di cardiopatie ischemiche, ipertensione, diabete di tipo 2, obesità, osteoporosi, sarcopenia, deterioramento cognitivo, ansia e depressione.

Cosa vuol dire allenarsi?

Alcune definizioni made in Fitlab:

  • Mettersi in gioco;
  • Prendersi cura di sé;
  • Migliorare la propria qualità di vita;
  • Consapevolezza del proprio stile di vita;
  • Equilibrare le proprie abitudini;
  • Essere in grado di sacrificarsi

Tutto ciò passa da un approccio diverso dal solito triangolo temuto da tutti (palestra→ pesi→ mi scoccio).

Le persone che vengono da un lungo o totale periodo di inattività devono concentrarsi sui concetti elencati, per poi poter pensare di spingere e concentrarsi sui propri desideri ed obiettivi. In FitLab siamo molto attenti a diffondere una concezione diversa dell’allenamento, perché voler star meglio o magari vedersi più in forma possono rappresentare dei desideri fallaci, specie se si pensa di poterli raggiungere nel breve periodo, o magari non si è disposti a sacrificarsi.

Uno degli aspetti fondamentali sarà quello di far diventare la cura per sé stessi un piacere da rincorrere continuamente. Durante l’arco della giornata ci sono molteplici occasioni per poter far vivere al proprio corpo delle esperienze di riconciliazione con l’anima. Spesso sono anche queste occasioni che ci fanno scoprire di avere una grossa riserva di energia, probabilmente soppressa dalle cattive abitudini.

Quindi è importante la ripartenza – o partenza – delle attività?

Certo, è molto importante fare in modo che le buone abitudini, come il movimento, facciano parte della nostra routine. Iniziare o ricominciare dopo il periodo delle vacanze estive è un momento importante per tutti. Anche chi già si allenava prima del break, a Settembre ha bisogno di ritrovare quella energia per mettersi di nuovo in gioco. Chi invece, come abbiamo già detto, non lo faceva, deve oltrepassare quel grosso ostacolo che c’è tra il dire e il fare.

Un esempio pratico? Ecco l’esperienza di Flavia, che ha iniziato il percorso con noi ad aprile e ha trovato una serie di giovamenti nel breve periodo.

ASCOLTATELA…

Articolo a cura di

Luigi ToscanoRedazione Fit Lab

Ricerca fonti a cura di Nicola Vandini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *