LE MALATTIE CRONICHE

Tu sai perché moriamo? Sì, esatto… sai qual è la principale causa di morte, quella che più di frequente mette letteralmente fine alla nostra esistenza?

Potremmo rispondere con alcuni nomi di malattie come l’AIDS, oppure no, la tubercolosi.  Potremmo dire il terrorismo, finanche il glifosato… ed invece non è così. Sarebbe stato “fantastico” perché staremmo parlando di poche decine di migliaia di morti in tutto il mondo mentre per le malattie croniche, le vere responsabili, dobbiamo iniziare a contare i milioni:

388.000.000, trecento-ottantotto-milioni: questo è il numero.

Sì, questo è il numero, stimato nell’ormai lontano 2005 dalla World Health Organization (WHO), di persone che nei successivi 10 anni sarebbero morte a causa delle conseguenze di una malattia cronica. Basti pensare che il terrorismo, che ci ha accompagnati mediaticamente molto a lungo e molto in alto nelle classifiche di rischio percepito, ne conta 130.000 dal 1970 al 2017 (GTD Global Terrorism Database). A voi le conclusioni.

Ma perché abbiamo voluto sottolineare questi dati? Semplicemente perché di frequente viviamo subendo l’influenza di illusioni e pregiudizi (spesso veicolati) e perché oggi, con gli strumenti a nostra disposizione, abbiamo la possibilità ed il dovere di COMPRENDERE per poter essere realmente liberi di scegliere e di creare la nostra vita. Lo dobbiamo a noi stessi!

 

Ecco dunque 8 pregiudizi piuttosto comuni sulla salute:

 

1. Le malattie croniche colpiscono solo i paesi ad alto reddito     

✘ FALSO   4 morti su 5 si verificano nei paesi con reddito medio e medio-alto.

 2. Le malattie croniche aggravano la povertà!

✔︎  VERO possono contribuire ad aggravare le condizioni economiche e spingere le persone e le loro famiglie oltre la soglia di povertà.

3. Le malattie croniche sono un problema degli anziani!

✘ FALSO quasi la metà dei decessi per malattie croniche avviene prima dei 70 anni, ed un quarto entro i 60 anni (dato del 2005).

4. Le malattie croniche sono un problema maschile!

✘ FALSO  in realtà colpiscono uomini e donne in egual misura.

5. Le malattie croniche dipendono solo da cattive abitudini!

✔︎✘ VERO/FALSO  dipendono dalle nostre abitudini e scelte se viviamo in paesi dove è possibile adottare stili di vita salutari.

6. Prevenire le malattie croniche costa troppo!

✘ FALSO la maggior parte della prevenzione è low-cost (paesi industrializzati) e/o con un ottimo rapporto costo-efficacia (paesi in via di sviluppo).

7. Tutti dobbiamo morire per qualcosa! 

✔︎  VERO ma non necessariamente la morte deve essere lenta, dolorosa e prematura. Ma soprattutto non dobbiamo per forza compromettere la QoL (quality of life).

8. Le malattie croniche non si prevengono!

✘ FALSO conosciamo la maggior parte delle malattie croniche ed eliminando i fattori di rischio si stima che si potrebbe evitare almeno l’80% di tutti i casi di cardiopatie, ictus e diabete; nonché prevenire il 40% dei tumori.

 

Quali sono le malattie croniche?

Malattie cardiovascolari (ipertensione; cardiopatie; ictus); tumori; diabete; disturbi respiratori cronici. Di recente sono stati introdotti nel novero delle malattie croniche i disturbi psicologici e neurologici ed i disturbi dell’apparato visivo ed uditivo.

… andiamo nel dettaglio:

  • Cardiopatie: le cardiopatie hanno varie forme. La coronaropatia, malattia delle arterie coronariche, conosciuta anche come cardiopatia ischemica, è la prima causa di morte nel mondo. È il disturbo cardiaco principale di cui si parla in questo rapporto e di seguito verrà indicata semplicemente come cardiopatia. È una malattia dei vasi sanguigni che irrorano il cuore, e solitamente è parte di un processo che colpisce più in generale le pareti dei vasi (aterosclerosi). Le cardiopatie sono note da secoli, ma sono diventate molto comuni nei primi decenni del ventesimo secolo nei paesi ad alto reddito. Ora l’epidemia è diffusa in tutto il mondo.
  • Ictus: l’ictus consiste in una riduzione dell’apporto di sangue al cervello, che può provocare danni di grande entità, fino a provocare la morte. L’ictus e le cardiopatie sono le principali malattie cardiovascolari. Ci sono diversi tipi di ictus e gli episodi acuti sono solitamente causati dagli stessi processi a lungo termine che portano allo sviluppo delle cardiopatie. Soltanto una percentuale ridotta degli episodi acuti è causata dalla rottura di un vaso sanguigno. L’ictus è il principale disturbo cardiovascolare in molti paesi dell’Asia orientale.
  • Cancro: il termine cancro comprende diverse malattie in cui cellule anomale proliferano e si diffondono senza controllo. Altri sinonimi sono tumore e neoplasia. Ci sono numerosi tipi di cancro che possono interessare tutti gli organi del corpo. La principale causa evitabile di cancro è il consumo di tabacco, ma sono note anche altre cause, come per il cancro alla cervice, alla gola o della pelle.
  • Malattie respiratorie croniche: le malattie dei polmoni possono assumere forme diverse. Questo rapporto è incentrato sulle malattie polmonari ostruttive e sull’asma. Le malattie polmonari ostruttive croniche sono causate da limitazioni, non del tutto reversibili, del passaggio dell’aria attraverso le vie respiratorie. L’asma invece è dovuto ad un’ ostruzione reversibile delle vie respiratorie.
  • Diabete: il diabete è caratterizzato da alti livelli di glucosio (un tipo di zucchero) nel sangue. Alla base c’è una mancanza di insulina, l’ormone che ne regola i livelli, oppure l’incapacità dei tessuti di rispondere all’azione ormonale (resistenza all’insulina o insulino resistenza). Il diabete più comune è quello di tipo2, che rappresenta circa il 90% di tutte le forme di diabete.

 

Alcune specificazioni sulla terminologia: parte della confusione che circonda le malattie croniche è dovuta all’uso di nomi diversi in contesti diversi. A volte viene usata l’espressione non trasmissibile per differenziarle dalle malattie infettive e trasmissibili. E pure molte malattie croniche, come il cancro alla cervice ed il tumore al fegato hanno tra le loro cause una componente infettiva. Malattie correlate allo stile di vita è un’espressione a volte utilizzata per enfatizzare quanto è importante il comportamento per lo sviluppo delle malattie croniche, spesso influenzate in gran parte dalle condizioni ambientali, non solo dalle scelte del singolo; tuttavia gli stili di vita sono altrettanto fondamentali per le malattie trasmissibili.

 

Quali sono le cause?

Come si può notare dalla scheda, è sorprendente come tutti i fattori di rischio INTERMEDI possano essere migliorati grazie a un giusto lifestyle che preveda una migliore ATTIVITÀ FISICA ed un’ADEGUATA ALIMENTAZIONE. Infatti, nel report WHO del 2005 si sottolinea che l’ipertensione, la glicemia elevata, le anomalie lipidiche nel sangue, il sovrappeso e l’obesità sono di fatto fattori di rischio comuni a cardiopatie, ictus, tumori, diabete e disturbi respiratori cronici.

Vorremmo porre l’attenzione per un momento sul sovrappeso e l’obesità: nonostante gli eccellenti progressi scientifici in termini di valutazione della composizione corporea, purtroppo ad oggi viene ancora utilizzato il BMI (BODY MASS INDEX) per ritenere una persona in sovrappeso/obesità oppure no. Per questo motivo vi chiediamo di prendere i prossimi dati con le pinze, nonostante rappresentino dati forniti dal Global Infobase dell’OMS.

malattie croniche nel mondo
cause delle malattie croniche e fattori di rischio

La stima del 2005 per l’anno 2015 prevedeva 1,5 MILIARDI di persone in sovrappeso. L’obesità ha rappresentato il 5,3% della spesa sanitaria nazionale negli Stati Uniti ed i costi diretti dovuti all’inattività fisica ad essa correlata si attestano intorno al 2,5% della spesa sanitaria complessiva degli Stati Uniti e del Canada.

statistiche e previsioni sull'obesità
Previsioni imc 2015 – statistiche e previsioni sull’obesità femminile

 

Non era nostra intenzione annoiarvi con numeri e statistiche, ma era necessario avere un’idea ben precisa della situazione mondiale per poter comprendere quanto grossi ed importanti siano gli interventi che possiamo attuare.

Vi diamo appuntamento quindi per la prossima settimana con 4 consigli per contrastare l’insorgenza di queste patologie e vivere meglio durante TUTTA la vostra vita.

 

Fonti:

– ITALIAN FULL REPORT CHRONIC DISEASE

– WORLD HEALTH ORGANIZATION

– OMS

– HEALTH AND MILLENNIUM DEVELOPMENT GOALS

– GTD Global Terrorism Database

 

Vorremmo dedicare questo articolo al Papà Fit Lab Carlo, con l’augurio di una pronta guarigione.

 La famiglia Fit Lab

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *